Fake drives cinesi

23 gennaio 2019

Recentemente un mio amico ha fatto alcuni acquisti su Wish, che potremmo definire “incauti”.

Tale amico e’ venuto da me, poco tempo fa, con un pendrive USB  da 2TB, acquistato su Wish al prezzo di 7€ (in offerta, altrimenti sarebbe costato 8€), che presentava alcuni problemi in fase di lettura/scrittura, tra cui una estrema lentezza. Ovviamente l’amico fa altro, di mestiere, e quindi non ha approfondito piu’ di tanto la cosa prima di acquistarlo, altrimenti avrebbe scoperto che i Flash Drive da 2TB costano, al momento, intorno ai 1400€, e quindi 200 volte di meno avrebbe dovuto destare quantomeno qualche sospetto.

In pratica, il Flash Drive era un modello di marca cinese da 16GB, con il firmware modificato per presentarsi al sistema operativo come 2TB. Praticamente inutilizzabile anche come Flash Drive, dato che in questi casi, i dati vengono scritti ciclicamente nella memoria, quindi passati i 16GB di file, il resto avrebbe sovrascritto quelli gia’ presenti, cancellandoli e rendendo irrecuperabile il contenuto.

Nel frattempo, prima che gli arrivasse il Flash Drive, l’amico aveva anche ordinato un HD esterno della Seagate, sempre da 2TB, a 30€  (Amazon oggi lo vende a 70,85€)
Oggi me lo ha portato, perche’, come per il pendrive, l’accesso al HD risultava lento, e la formattazione in NTFS con successiva copia di files aveva corrotto la partzione, che ora risultava essere RAW.

Da una analisi “esterna” del disco, tutto sembrava in regola. Scatola originale Seagate, con sigilli.


Anche l’enclosure sembrava originale (e probabilmente lo era):

Quindi l’ho collegato al PC.
E qui ho notato la prima stranezza. Nessun rumore, nessuna vibrazione.
Dal PC, il device e’ stato riconosciuto come “Generic Flash Drive”. Strano, ho pensato, se e’ un Seagate, dovrebbe essere venire visto come tale.
Ovviamente, come riportato dall’amico, in windows il disco risultava formattato come RAW, cosi’ il primo passo e’ stato riformattarlo in NTFS.
Poi e’ venuto il momento dei test. Siccome il drive doveva essere da 2TB, un test di scrittura/lettura completo avrebbe portato via molte ore, se non giorni.
Ho provato ad utilizzare allora FakeFlashTest , che ovviamente si e’ bloccato prima di arrivare in fondo anche solo alla scrittura dei blocchi che avrebbe poi dovuto rileggere.
Cosi’ sono passato alle maniere forti. ChipGenius (link diretto, sito russo) legge le informazioni direttamente dalla flash memory del chip del device. Puo’ dare dei falsi positivi, ma nella maggior parte dei casi, ci prende. E il risultato e’ stato questo:

Alcor Micro, Total Capacity = 128Gb.
Quindi basta, non ho resistito, e ho aperto l’enclosure, che comunque mostrava gia’ segni di manomissione.
Ecco l’interno del “Hard Disk”


Potete notare il Flash Drive, probabilmente da 128GB, sicuramente con il firmware modificato per fingere di essere da 2TB, e il peso di metallo al centro, utile per non far sembrare troppo leggero il device appena tirato fuori dalla sua scatola.

Ovviamente Wish rimborsera’ questo drive come ha rimborsato il Flash Drive precedente, senza discutere e senza problemi. Il che mi fa pensare male, ovviamente.
DIFFIDATE dei prezzi troppo bassi, in campo tecnologico come in ogni altro campo. La fregatura e’ sempre dietro l’angolo.

Author: Categorie:varie Tag:

Petya, trovato un killswitch

28 giugno 2017

Riguardo il nuovo malware Petya che sta mietendo vittime in questi giorni, pare che 0xAmit, un security researc dell Cybereason di Boston, abbia trovato un killswitch locale per fermare la diffusione via WMI del worm.

Il killswitch consiste nella presenza di un file in “C:\windows\perfc”, senza estensione, che va creato a mano per evitare l’installazione della dll del worm.

Potete trovare maggiori info su Petya sul sito di malwaretech a questo link o su quello di PTSecurity a questo link

Author: Categorie:varie Tag:

Nuovo Raspberry Pi 2

5 febbraio 2015

Era decisamente ora. Il Raspberry e’ un bel prodotto, ma oramai troppo datato rispetto ai suoi rivali.
E cosi’ a Febbraio e’ uscito in commercio il Raspberry Pi 2 Model B.

La nuova versione e’ completamente compatibile con la versione precedente, ma monta:
– 900MHz quad-core ARM Cortex-A7 CPU (circa 6x performances)
– 1GB LPDDR2 SDRAM (2x memory)

Tutto questo con soli 35$ (stesso prezzo di Rasp 1)

La scheda e’ identica al modello 1, compresa la posizione dei connettori. Il processore, puo’ pero’ ora far girare tutte le distribuzioni ARM GNU/Linux distributions, incluso Snappy Ubuntu Core, e Microsoft Windows 10 e Android (forse).

La Raspberry ha lavorato a stretto contatto con la Microsoft, che rendera’ disponibile una versione di Windows 10 gratuitamente per Raspberry 2.
Basta andare al sito Windows on Devices e registarsi.

Forse e’ ora di pensare, dopo Kodi e Rasplex, e’ ora di farsi un Raspberry Pi 2 con PiPlay (il video e’ con il Rasp 1)

E immagino gia’ scuole munirsi di Raspberry 2 con Windows 10 per i loro alunni…

 

Author: Categorie:varie Tag:

NAS Synology DS415play

16 luglio 2014

banner[1]

 

Con oltre 24 TB di stoccaggio, la capacità di transcodifica video 1080p Full HD on the fly e la compatibilità DLNA, il DS415play è il perfetto centro multimediale per appassionati di video. Grazie alla sua CPU dual core – associato ad un’unità a virgola mobile – offre una velocità di lettura oltre a 112 MB/s e 101 MB/s in scrittura, insieme a un trattamento multimediale accelerato.

 

 

Prosegui la lettura…

Author: Categorie:varie Tag:

Roccat Power-Grid rilasciato al pubblico

28 ottobre 2013

La Roccat, azienda tedesca famosa per i suoi prodotti per gaming tra cui mouse, cuffie, tastiere e altre periferiche, finalmente ha concluso la closed-beta del suo prodotto software Power-Grid.

Il Power-Grid e’ un sistema two-tier composto da un software che gira sui computer windows, e un client su smartphone (iOS, Android) che permette di tenere sotto controllo vari parametri del computer (cpu, ram, dischi, rete, volumi del sonoro), le chat piu’ diffuse (facebook, skype, teamspeak, twitter, RSS ed email), e ha anche una sezione di griglie personalizzabili per i vari giochi, con comandi ed informazioni varie. Questi ultimi possono essere scaricati dal sito del Power Grid, condivisi con altri, o creati attraverso l’editor integrato nel software per windows.

 

Potete scaricare il software dalla pagina di download del sito.

 

thumb_800_1382008870-0sw3D[1]    thumb_800_1382007177-lL9Xf[1]thumb_165_1382009012-b8E5C[1]

Author: Categorie:Software Tag:

Google Glasses in azione

20 febbraio 2013

Goggle ha finalmente pubblicato un video dove mostra i Google Glasses in azione nella vita di tutti i giorni.

Gli occhiali ricevono comandi vocali, ma e’ presente anche un piccolo touchpad. I Glasses Glass permetteranno di scattare foto, registrare video, condividere il tutto, anche live, avere indicazioni stradali, inviare e ricevere messaggi, e chissa che altro si inventeranno prima della commercializzazione.

Intanto godetevi il video…

http://youtu.be/v1uyQZNg2vE

Author: Categorie:Hardware Tag:

Adobe Reader 11, errore di installazione

18 febbraio 2013

Giusto due righe veloci per chi, come me, si e’ trovato a non riuscire a installare Adobe Reader XI per via di un fantomatico “Windows Search Filter Host” attivo, che l’installer del Reader vi chiede di terminare prima di proseguire con l’installazione.

Trattasi semplicemente del servizio di Windows Search, che potete disabilitare lanciando il pannello gestione dei servizi (Pannello di Controllo->Strumenti di amministrazione->Servizi, o piu’ semplicemente scrivendo “services.msc” nella finestra di ricerca dal menu’ di windows), scendendo poi fino a “Windows Search”, selezionandolo e premendo il piccolo tastino quadrato (lo STOP per intenderci) nella barra delle icone in alto nella finestra dei servizi. Potete poi farlo ripartire al termine dell’installazione, o lasciarlo ripartire in automatico al prossimo riavvio del computer.

 

 

 

Author: Categorie:Software Tag:

24 SSD Samsung per un super computer

10 dicembre 2012

Spettacolare… peccato che non sia un investimento fattibile dalla maggior parte dei comuni mortali.

Magari calando a 12, o 6, qualcuno potra’ permetterselo…

 

 

Author: Categorie:Hardware Tag:

Inizia migrazione Messenger verso Skype

7 novembre 2012

Dopo l’acquisto, da parte di Microsoft, della piattaforma Skype, le speculazioni sul suo futuro sono stante molte. Ora, finalmente, la MS ha chiarito la sua strategia. Skype sotituira’ MSN, entro il primo trimestre del 2013, dopo di che’ il client MSN verra’ dismesso in tutto il mondo, tranne che in China. Gli utenti di MSN e Skype avranno la possibilita’ di unire i due account in uno solo, conservando le contact list, e gli utenti solo MSN avranno il loro account migrato verso quello Skype. E’ evidente che la MS stia spingendo Skype non solo come client VoIP ma come soluzione all-in-one di messaging, per rivaleggiare con il servizio GTalk di Google.

Per procedere con la migrazione e’ necessario il nuovo client 6 di Skype. La versione precendente, la 5, non si autoaggiorna alla 6, quindi dovrete scaricare a mano la nuova. Alla login, utilizzate il vostro account MSN e vi verra’ chiesto se avete un account Skype da collegare

Non so quanti saranno contenti di questo passaggio, considerando che in molte aziende Skpye viene bloccato per il suo consumo di banda e risorse del computer…

 

 

Author: Categorie:Software Tag:

Google Maps si aggiorna

7 giugno 2012

Google ha tenuto un media event Mercoledi’ 6 Giugno  a San Francisco per mostrare le nuove features di Google map

  • Offline maps, che possono essere scaricate su Android, e forniscono informazioni interattive anche in assenza di una connessione internet
  • “Street view” anche per zone “fuori strada”, con immagini raccolte da tecnici con zaini speciali forniti di telecamere e GPS
  • Mappe cittadine 3-D  per device mobili, usando immagini aeree e avanzate tecnologie di rendering per mostrare modelli 3D dettagliati di intere aree metropolitane.

Nelle prossime settimane queste features verranno implementate su Android e iOS

 


Press event con Brian McClendon, VP di Google Maps

Author: Categorie:Internet, Tecnologia Tag:

Bad Behavior has blocked 100 access attempts in the last 7 days.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi